Andrea Zaratani con Rock ‘n’ Safety per parlare di sicurezza sul lavoro

Andrea Zaratani, direttore di Campo Prove, è stato intervistato da Rock ‘n’ Safety, il magazine digitale dedicato alla sicurezza sul lavoro, per parlare di come si è sviluppato il progetto di Campo Prove e degli obiettivi futuri.

Nell’intervista si è parlato di come il progetto di Campo Prove sia nato dall’idea di portare fuori dalle aule la formazione sulla sicurezza, creando uno spazio dedicato all’addestramento pratico e che consentisse  di simulare condizioni reali. Una visione innovativa se considerato che nel 2010 ancora gli Accordi Stato-Regioni attuali ancora non esistevano. L’attività di Zaratani all’interno di PiùSicurezza inizia così nel 2012, con l’unico e chiaro obiettivo di dar forma e mettere in moto questa nuova opportunità di crescita gestionale.

Dopo due anni di fermo, è stato un onore per Andrea presentare a Rock ‘n’ Safety l’evento che si terrà il 27 Maggio all’interno del Campo Prove. Un evento unico, la cui parola chiave è praticità. All’interno della giornata vi sarà la possibilità di toccare l’ “hardware” e sentirne spiegate le particolarità dai tecnici del produttore, la Somain Italia. Campo Prove da sempre riconosce nell’incontro con l’altro un’opportunità di crescita e condivisione, consapevolezza che ha posto le basi a collaborazioni come quella con Somain Italia.

Sono le persone che contano: in un mondo come quello della sicurezza sul lavoro, molto spesso sottovalutato, è la considerazione della vita e del valore di quella di ciascuno che guida la proposta formativa unica proposta da Andrea Zaratani. Che racconta:

“Da giovane ingegnere mi capitò un caso che mi è rimasto dentro: stavo seguendo un cantiere stradale nel quale avevo richiesto l’installazione di new-jersey bianchi e rossi da riempire d’acqua per proteggere i lavoratori. L’impresa non li aveva e voleva mettere una semplice recinzione in plastica, come quelle che si vedono troppo spesso a bordo strada. Ho litigato ma non mi sono lasciato spingere verso la “semplificazione”. Un giorno gli operai mi hanno ringraziato raccontando che un’auto per non tamponare quella davanti aveva curvato verso il cantiere ed era stata “trattenuta” proprio da quei new-jersey… se ci fosse stata la rete in plastica gli operai non mi avrebbero potuto raccontare questo fatto.” – Andrea Zaratani

ULTIME NEWS PUBBLICATE

Realtà Virtuale

Il software Abbiamo visionato vari software e abbiamo scelto il migliore in base a due parametri: [...]

Torna in cima